BONGO (Windows)

Franco Zavatti

franco.zavatti@zafzaf.it


Introduzione a Bongo

BONGO per Windows (XP, Vista, 7, 7 Pro) o BongoWin   

Il 16 gennaio 2011 Bongo è stato compilato per la prima volta sotto Windows tramite l'istallatore (installer) del gfortran presente all'url gcc.gnu.org/wiki/GFortranBinariesWindows.
Per la compilazione è stato usato il file batch lbongo.bat (gfortran -w -fno-backslash -ff2c bongops.f bgolibps.f plotps.f smooft.f recipes1.f -o bongo.exe) su un tablet pc a 32 bit HP TC4400 con XP e poi bongo.exe è stato testato sia su un pc a 32 bit con Vista che su un pc a 64 bit con Windows 7, entrambi senza compilatore fortran istallato.

Nell'agosto 2013 Bongo-win è stato compilato sullo stesso TC4400 con Windows 7 Pro. Il tutto senza alcuna complicazione.

Bongo per Windows (o BongoWin) usa gli stessi file fortran e librerie della versione linux (*.f) con solo 2 o 3 modifiche minori dovute alla scelta di non usare la variabile di ambiente BGODIR (cioè la definizione della cartella dove si trova Bongo). Nella versione Windows, Bongo si trova in c:\bongo o in e:\bongo (cioè in una cartella su penna USB o disco esterno e quindi il nome dell'unità può essere diverso da e:).

BongoWin viene distribuito come un file .zip (bongo144-win.zip) che contiene tutti i file fortran, l'eseguibile bongo.exe, il file batch lbongo.bat, usato per compilare e generare il file .exe, le cartelle di esempi (esempi), di help (bgohlp) e di macro (bmr=bongo macro routines). Il file .zip contiene anche i file cmds.bgo, modivga.plt e bconfig.plt che devono essere copiati in c:\.
Il file .zip può essere scaricato su c:\ oppure su una penna USB (o disco esterno) e decompresso, creando la cartella bongo. Dopo che i tre file ricordati prima sono stati copiati in c:\, bisogna aprire la finestra di comando (nota anche come "shell di comando", "finestra DOS", "finestra di prompt", "finestra nera" per via del colore dello sfondo) ad esempio cliccando su WINDOWS-->System32-->cmd.exe). Nella shell di comando si fissa la cartella di lavoro come bongo, bongo\esempi oppure bongo\(nuova cartella) (con, ad esempio, cd c:\bongo, cd c:\bongo\esempi). Poi si scrive da tastiera "bongo" (senza le virgolette) e, come al solito, appare il prompt ">" che indica che Bongo è in attesa di un comando.

Bisogna ricordare che, mentre le distribuzioni Linux contengono d'ufficio un visore PostScript (gv), sotto Windows bisogna scaricare e istallare Ghostscript e un visualizzatore PostScript (GSview ad esempio, entrambi di pubblico dominio per uso non commerciale).
Dopo l'istallazione del visore PostScript è possibile verificare il path di GSview e modificare il file batch gsbgo.bat in modo da creare un comando (shortcut) per visualizzare il file bongo.ps (il grafico).


Pagina scritta il 17 gennaio 2011.        Ultimo aggiornamento: 26 settembre 2013