Maltagliati verdi, lardo e cipolla

Ingredienti :
Maltagliati verdi 200 g;
1 cipolla rossa o bianca medio-grande;
60-70 g di lardo (2), tagliato a striscioline;
Passata di pomodoro 400g;
vino bianco 1/3 bicchiere; sale q.b. (poco)
  • preparazione 15'
  • cottura 10'
  • difficoltà  bassa
  • dosi per 2 persone
  •          

    Preparazione:

    Per noi i maltagliati verdi sono stati quanto rimasto dalla preparazione delle lasagne, tagliato in modo irregolare, seccato e conservato in congelatore per 3-4 giorni. Questo invece è stato lo stesso resto, tagliato a forma di tagliatelle (al ragù).
    Preparare l'acqua per cuocere i maltagliati e attenderne il bollore.
    Nel frattempo affettare la cipolla, salarla e metterla a soffriggere con un filo di olio evo a fuoco allegro. Quando il fondo si sarà asciugato, aggiungere il vino bianco e continuare la cottura a fuoco basso.
    Tagliare il lardo a striscioline e, quando la cipolla sarà appassita, aggiungerlo nella padella. Dopo un po' di cottura, ho preferito togliere il lardo, tagliare ogni striscia in tre cubetti e rimetterlo a cuocere.
    Quando il lardo sarà diventato trasparente, aggiungere il pomodoro, salare leggermente e lasciare cuocere fino alla cottura della pasta (4-5 minuti).
    Scolare la pasta e versarla nella padella, amalgamare e lasciare sul fuoco vivo per 2-3 minuti.
    Poi servire con una spolverata di Parmigiano Reggiano, se gradito (in questo caso era un DOP invecchiato 33 mesi).
    Abbiamo bevuto Dolcetto d'Alba distribuito dalla Cantina Rossella.

    Poi, per finire, abbiamo mangiato quanto restava della porchetta di Righetto, acquistata il giorno prima nelle Marche.


    Il piatto è stato molto gradevole. Forse avrei potuto aggiungere altre due fette di lardo ... ma qui siamo sempre (facciamo finta di essere sempre) a dieta.
    Pagina scritta l' 9.11.2014                   Ultimo aggiornamento: 18.11.2014